Cartellonistica

Ricevi gratuitamente le migliori offerte dalle imprese che operano nel settore dell'antincendio.

Inserisci i tuoi dati nei campi sottostanti: sarai contattato direttamente dalle aziende della tua zona.

Troverai professionalità e cordialità al servizio della tua sicurezza!


Descrizione Cartellonistica

La cartellonistica antincendio è composta da segnali di forma quadrata o rettangolare con pittogramma bianco su fondo rosso. I cartelli indicanti, invece, le centraline antincendio e i vani tecnici presentano la scritta bianca su fondo blu. Spesso questa cartellonistica presenta anche dei pittogrammi luminescenti, segnalati, nelle sigle identificative, dalla lettera L affiancata alla lettera S; lettera con cui vengono solitamente siglati i segnali della cartellonistica antincendio. La lettera C invece affiancata alla S indica la cartellonistica composta, come, ad esempio, il cartello che prescrive di lasciare libere le vie di fuga.
Generalmente questi cartelli devono avere la dimensione minima del pittogramma corrispondente a 230 mmx 230 mm, così che il segnale sia perfettamente visibile alla distanza di 10 metri
Per quanto riguarda invece la collocazione della cartellonistica antincendio si deve fare particolare attenzione alla visibilità dei segnali.
La collocazione può avvenire con varie metodologie di istallazione: piatta sulla superficie, a bandiera, a soffitto.

L’altezza a cui vengono collocati deve inoltre essere compresa tra i 2.10 metri e i 2.20 metri rispetto alla superficie del pavimento con la base in linea con lo stipite della porta. Se l’altezza del soffitto non consente questo tipo di collocazione, la cartellonistica antincendio deve essere istallata il più in alto possibile senza creare intralcio o pericolo.
Fanno parte della cartellonistica antincendio anche le planimetrie che devono avere le seguenti caratteristiche: essere facilmente leggibili; riportare solo in linea di massima la distribuzione dei locali; essere prive di indicazioni riguardo le quote, la distribuzione degli arredi e la destinazione d’uso dei locali, compresi i bagni; riportare l’ubicazione, attraverso la specifica simbologia prevista dalla normativa, degli estintori e di altro eventuale equipaggiamento di emergenza, delle lance antincendio, delle uscite di emergenza e dei percorsi di esodo.
Questi cartelli planimetrici vanno posizionati nei corridoi, nelle stanze di degenza, negli ambulatori, e nei locali particolarmente vasti come atri e aule magne.

Trova il professionista per Cartellonistica nella tua zona