Fornitura e manutenzione estintori

Ricevi gratuitamente le migliori offerte dalle imprese che operano nel settore dell'antincendio.

Inserisci i tuoi dati nei campi sottostanti: sarai contattato direttamente dalle aziende della tua zona.

Troverai professionalità e cordialità al servizio della tua sicurezza!


Descrizione Fornitura e manutenzione estintori

Sin dalla scoperta del fuoco l’uomo si è dimostrato affascinato ma contemporaneamente impaurito dalle fiamme.
Vista la pericolosità insita nell’uso del fuoco, fin dall’antichità, si è sempre cercato di agire con prudenza escogitando tecniche preventive per ridurre i rischi di incendi.

A tal fine, la strategia maggiormente in uso fino ai primi anni del 700, era quella di usare manufatti ignifughi allo scopo di rendere ininfiammabili i materiali solidi.
Solo intorno alla seconda metà del 1700 si incominciarono ad utilizzare delle vere e proprie attrezzature antincendio e cioè quando Zaccaria Greyl di Asburgo realizzerò il primo estintore di incendi.

I primi estintori utilizzavano quale agente estinguente l’acqua ed erano costituiti da una botte di legno contenente al suo interno un recipiente metallico con una carica esplosiva che, in caso di incendio, veniva innescata mediante l’accensione di una miccia. L’esplosione provocava la fuoriuscita dell’acqua e la proiezione della stessa nelle vicinanze consentendo l’estinzione dell’incendio.
Successivamente, non solo furono realizzati modelli meccanici diversi ma anche nuovi agenti estinguenti in sostituzione dell’acqua.

Gli estintori d’incendio sono apparecchiature mobili che contengono agenti estinguenti.
Gli agenti estinguenti vengono espulsi dalla azione di una pressione interna che può essere permanente o ottenuta da rilascio di un gas ausiliario.

Gli estintori si distinguono in base alla massa totale, al tipo di estinguente e al modo in cui viene generata la pressione interna.

La suddivisione in base alla massa totale porta all’individuazione di due grandi famiglie:

La suddivisione in base al tipo di agente estinguente, invece, differenzia gli estintori in 4 tipologie:

  • Estintori a base d'acqua
  • Estintori a polvere
  • Estintori a anidiride carbonica
  • Estintori ad agenti pulenti

La fornitura e manutenzione estintori sono regolamentate da apposite diposizioni legislative che, in un'ottica preventiva, suggeriscono il numero di estintori necessari, la tipologia di estintori da utilizzare in relazione ai diversi contesti e la tempistica di manutenzione.

Ad oggi, gli estintori, sono lo strumento per eccellenza per l’estinzione degli incendi soprattutto perché, nonostante la sofisticata tecnologia che li contraddistingue, possono essere manovrati e utilizzati da tutti.
Un indagine svolta a livello Europeo è emerso che solo nel 22% dei casi oggetto di studio è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco mentre, nei restanti casi, l’uso degli estintori è stato non solo sufficiente ma anche efficace nel contenimento ed estinzione degli incendi stessi.
Questo significa che, l’uso degli estintori, può evitare il proliferarsi della pericolosità degli incendi e, per questo motivo, negli ultimi anni si assistito alla emanazione di disposizioni legislative apposite che prevedono la istallazione e l’addestramento all’uso degli estintori.

Cerca adesso la ditta Anticendio più vicina a te! Clicca sulla mappa o sull’elenco delle regioni e contatta adesso i professionisti della fornitura e manutenzione estintori.


Trova il professionista per Fornitura e manutenzione estintori nella tua zona